Ensemble Vocale della Cappella Sistina

Nella seconda decade del secolo scorso iniziò la sua attività concertistica il Quartetto Vocale Romano (la dizione ufficiale era “Società del Quartetto Vocale Romano Gabrielli – Gentili”). Fondato da Luigi Gentili con Alessandro Gabrielli e composto da quattro cantori della Cappella Musicale Pontificia Sistina di grandi qualità vocali: Alessandro Gabrielli (soprano), Luigi Gentili (contralto), Ezio Cecchini (tenore) Augusto Dos Santos (basso). La forma del quartetto era tradizionalmente usata per la sua flessibilità “logistica” in eventi che non avrebbero dato spazio a grandi compagini e da un punto di vista interpretativo per eseguire, ad esempio, madrigali, canzonette e brani sacri a carattere più solistico che corale.

Si trovano esempi di gruppi ridotti anche nel secolo precedente, con protagonisti come Domenico Mustafà e Alessandro Moreschi, e nelle decadi seguenti del Novecento come testimoniano le incisioni della SEMS, Società Editrice di Musica Sacra.

Il Quartetto Vocale Romano svolse una intensa attività concertistica, oltre a tre lunghe tournée, negli USA, in Spagna e in Francia, tenne numerosi concerti, anche in importanti occasioni, fu molto spesso invitato a eseguire la musica in funzioni religiose in varie città d’Italia, sempre con grande successo testimoniato da una grande mole di articoli sui quotidiani dell’epoca.

L’Ensemble  Vocale della Cappella Sistina vuole continuare sulla strada di questa importante tradizione, utilizzando la 
voce di falsetto in
 particolare per la parte 
di cantus, ma a volte 
anche per l’altus, come 
è stato in Cappella fino al 1959. Un falsetto cantato in maniera diversa da quelli d’Oltralpe, cercando più il “vero” della voce che il falso.