Veni Domine – Advent & Christmas at the Sistine Chapel

Il Mistero del Natale riletto alla luce dei manoscritti rinascimentali presenti nel fondo “Cappella Sistina” custodito nella Biblioteca Apostolica Vaticana. E’ questo il contenuto del nuovo CD Musicale dal titolo “Veni Domine- Advent and Christmas at the Sistine Chapel”, edito da Deutsche Grammophon e presentato oggi in Sala Stampa vaticana

Con la partecipazione straordinaria di Cecilia Bartoli, il disco vanta tre prime incisioni mondiali –tratte dai repertori di Guillaume Dufay, Gregorio Allegri e Luca Marenzio – e la Beata viscera Mariae Virginis di Perotinus.

In realtà però, spiega il direttore della Cappella Musicale Pontificia Sistina, mons. Massimo Palombella, “tutta la musica di questo disco è un unicum, perché siamo andati direttamente alla fonte, perché si è condotta per ogni brano una speciale e pertinente comprensione delle partiture che ci si è sforzati di rendere vive per incontrare l’uomo di oggi ed evangelizzarlo”.

In questo disco, che può essere un bel regalo in occasione del Natale, spiega ancora mons. Palombella, “gli ascoltatori trovano un comprensione profonda e impregnata di teologia del Mistero dell’Incarnazione in cui il Rinascimento comprendeva il Mistero dell’intera vita del Signore”. Il patrimonio che viene proposto è quello delle fonti della musica colta occidentale e “la preziosità” è che, attingendo a manoscritti del fondo presente nella Biblioteca Apostolica Vaticana, si dà corpo a qualcosa che altrimenti rimarrebbe “lettera morta”.

Mons. Palombella ricollega inoltre il lavoro contenuto in questo disco con il mandato del Concilio Vaticano II, ovvero una “ricomprensione” del patrimonio ecclesiastico “a servizio dell’uomo di oggi”: la “ricerca di Dio che trasuda da questa musica può” – dice il M° Palombella – “aiutare il cammino dell’uomo verso il trascendente”.

Gabriella Ceraso Radio Vaticana